sedi

Treviso
via Guglielmo Marconi, 1
Tel. 335 67.77.73.1
Tel. 328 79.59.95.2

ODERZO
via Rizzo, 5
(347 2333612,15.30-19.30)

ROVIGO
presso Conservatorio di Musica “F.Venezze”
Corso del Popolo, 241

Tel. 335 67.77.73.1
Tel. 328 79.59.95.2

links

Istituto Suzuki Italia (I.S.I.)

International Suzuki Association (E.S.A.)

Children’s Music Laboratory

Metodo

Shinichi Suzuki elaborò intorno agli anni '40 un metodo per far iniziare lo studio di uno strumento a bambini di età prescolare. Considerò l'imitazione la base del processo di apprendimento umano nei primi stadi di vita.
Egli chiamò il suo metodo "della lingua madre" e dimostrò che si può insegnare ad un bambino a suonare così come gli si insegna a parlare.
Il maestro sosteneva che, così come un bambino impara a parlare ascoltando e ripetendo continuamente le parole dette infinite volte dai genitori, così può imparare a suonare ascoltando e ripetendo continuamente un frammento musicale, un ritmo o una melodia. I genitori quindi, diventano indispensabili in questo processo di apprendimento. Seguono attivamente il proprio figlio durante le lezioni con l'insegnante per aiutarlo quotidianamente a casa. La musica entra così, in modo del tutto naturale, a far parte della vita del bambino e della sua famiglia, utile a coltivare il suo buon gusto e ad affinare la sua sensibilità.

La musica sarà, per un bambino educato con questo metodo, una compagnia che non verrà mai meno, soprattutto se sarà anche in grado di suonare uno strumento. Suzuki è stato criticato per aver dato molto spazio all'imitazione, ma oggi è chiaro che questo processo di apprendimento non può essere messo in discussione quando ci si rivolge a bambini così piccoli. Si può essere solo grati a questo musicista e didatta giapponese che ha dedicato la sua lunga vita all'educazione dei giovani dando con sensibilità e metodo i mezzi per farne crescere le qualità e sviluppando fin dall'infanzia i loro naturali talenti.

Il testo in cui codificò le sue convinzioni s'intitola "L'arte non è qualcosa che sta sopra o sotto di me, l'arte è legata alla mia essenza più profonda". Nel testo, Suzuki sottolinea l'importanza di una corretta imitazione del suono e di un buon dominio tecnico nel momento in cui si muovono i primi passi nell'educazione strumentale.

Torna all'inizio della pagina